Position: slideshow [ Style: outline]
scheda tecnica
scheda tecnica

logo gesta



TELECONTROLLO ACQUEDOTTI E RISPARMIO IDRICO


 

GESTA TELECONTROLLO È UN SISTEMA VIA RETE RADIO A FREQUENZE LIBERE 169 MHZ, PROGETTATO E PRODOTTO INTERAMENTE NEI NOSTRI LABORATORI, DOTATO DI ALIMENTAZIONE AUTONOMA, PER LA SUPERVISIONE E IL TELECONTROLLO DA REMOTO DI IMPIANTI DI DISTRIBUZIONE IDRICA. UNA SOLUZIONE CHE SI RIVOLGE DUNQUE ALLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE E ALLE AZIENDE MUNICIPALIZZATE CHE GESTISCONO IMPIANTI, LE QUALI NECESSITANO DI MONITORARE, AUTOMATIZZARE E GESTIRE A DISTANZA IMPIANTI DI RETE IDRICI.

La rete di comunicazione via radio a 169 MHz consente di far transitare in modo bidirezionale, sicuro e stabile i comandi e la raccolta dei dati, con frequenza al minuto, dall’unità centrale fino ai vari punti di controllo, il che permette un monitoraggio accurato e tempestivo.
Il sistema è flessibile, cioè viene progettato in funzione della varia morfologia del terreno, e scalabile, ovvero dimensionato in relazione alle reali esigenze di lettura e comando dei singoli punti di adduzione, per evitare sovradimensionamenti inutili.

Il software di gestione dell’intero sistema è di semplice utilizzo, permette di programmare in autonomia i comandi, di impostare eventuali allarmi via SMS, di produrre grafici, di archiviare i dati storici per future analisi previsionali. GESTA è comunque integrabile con altri software di supervisione, per consentire al cliente la gestione tramite un’unica interfaccia, così da preservare gli investimenti precedenti.

SOFTWARE DI GESTIONE Corlut 


 

Le funzioni e gli strumenti offerti dal software sono stati sviluppati con un obiettivo preciso:
offrire una risposta affidabile e immediata alle esigenze degli amministratori del sistema.
Il software di gestione dispone di un sistema completo delle seguenti caratteristiche:

Interfaccia grafica intuitiva di facile utilizzo interattiva (sinottici)
con tabelle direttamente associate ai punti sensibili di mappa.
Autonomia nell’impostazione di invio comandi diretti verso dispositivi remoti
(valvole, gruppi pompa, ecc..).
Autonomia nell’impostazione della tipologia di irrigazione a volume o a tempo
Possibilità di modifica di parametri, soglie di intervento, soglie di attenzione
o di allarme per ciascuna periferica da personale con diritto di accesso.
Trasferimento allarmi al personale di manutenzione via sms
Ricezioni di comandi particolari via sms
Calcoli automatici (portate medie, bilanci, formule, ecc.)
Gestione archivi storici per future analisi.
• Presentazione dei dati storici in forma tabellare e/o diagramma per complessi di telecontrollo.
• Possibilità di esportare e importare dati su e da altri programmi (es.: excel).
Codici di accesso multiutente per più tipologie (contabile, tecnico, ecc…).
Memorizzazione degli accessi e delle operazioni effettuate da ciascun utente del sistema.

 gestione acque sw

 

 

 



APPARATI


 

Il telecontrollo GESTA, composto da prodotti interamente realizzati in Italia, consente ai gestori di rimanere sempre connessi alla loro rete idrica e di controllare continuamente i dati da essa forniti. I dati centralizzati permettono di monitorare il funzionamento dell’impianto, conoscere ogni dettaglio della rete e ottimizzarne il funzionamento.
Il sistema si sviluppa su tre livelli:

1) UNITÀ DI CONTROLLO



Un’unità principale, tendenzialmente installata presso gli uffici di controllo o in altri siti strategici, interfacciandosi con il software di gestione CORLUT rappresenta il punto di partenza e di arrivo di tutte le comunicazioni di comando, o di lettura di segnali derivanti, o in direzione delle unità periferiche. L'apparato è dotato di scheda elettronica dedicata (protetta da doppio case), con microprocessore, memorie di lavoro e di archiviazione, porte di comunicazione e interfacce.

gestione acque unita controllo

 

 

2) RETE DI COMUNICAZIONE



Il ponte radio, tendenzialmente installato su pali dell’illuminazione pubblica o supporti dedicati, dotato di scheda elettronica di comunicazione radio preposto a realizzare una rete radio bidirezionale su frequenze libere 169 MHz che metta in comunicazione l’unità di controllo con le unità periferiche, per la ricezione e l'invio delle stringhe di comunicazione. L’alimentazione è autonoma tramite pannello solare;

gestione acque ponte radio

 

 

 

3) UNITÀ DI TELECONTROLLO


L'unità periferica di telecontrollo, installata in prossimità delle adduzioni da controllare, memorizza segnali, esegue comandi, avvia le automazioni richieste, acquisisce e invia segnali con cadenza che va da un massimo di 1 ad un minimo di 3 minuti.
L'apparato è dotato di scheda elettronica dedicata, con microprocessore, memorie di lavoro e di archiviazione, porte di comunicazione e interfacce espandibili, ed è alimentato da rete elettrica o pannello solare.

telecontrollo unita telecontrollo

 

 

 



VANTAGGI DEL SISTEMA


 

Grazie a GESTA TELECONTROLLO e GESTA TELELETTURA, che consentono una supervisione costante su tutti i livelli, il nostro cliente ottiene i seguenti vantaggi:

GESTIONE INTEGRATA
• Supervisione completa e accurata di tutto il ciclo dell’acqua
• Possibilità di creare distretti idrici
• Controllare e effettuare una razionale ripartizione della risorsa e una corretta assegnazione
delle portate ai singoli cittadini

RISPARMIO IDRICO
• Recuperare preziose risorse idriche ricercando le eventuali perdite con l’obiettivo di evitare
gli sprechi e migliorare il rendimento della rete

OTTIMIZZAZIONE SERVIZIO
• Significativa riduzione del tempo medio per il rilievo e individuazione delle perdite su grandi vettori
e diramazioni primarie (riduzione tempo impiegato da circa 15 gg ad 1 gg)
• Ottimizzazione procedure di gestione e relative risorse interne, in quanto è possibile impegnare
il personale di servizio in modo più utile per i cittadini
• Prevenire rischi di inondazioni o secca d’acqua
• Prevenzione di eventuali malfunzionamenti e tramite la manutenzione preventiva con possibilità
di prolungare la durata di vita degli impianti

ECONOMIA
• Riduzione di costi energetici legati alla programmazione dell’avvio delle pompe di riempimento vasche
in base alla tariffazione elettrica più conveniente
• Disporre di uno strumento preciso e affidabile per diminuire i volumi di acqua non fatturata
• Eliminare la difficoltà di accesso al contatore
• Abbattere il contenzione con l’utenza
• Possibilità di fatturazione bimestrale per una migliore gestione dei flussi di cassa

ANALISI PREVISIONALE
• Disporre di una banca dati affidabile per l’archiviazione puntuale di dati significativi quali, portate, livelli,
pressioni, qualità dell’acqua, perdite con possibilità di effettuare diagnosi precise

ADEMPIMENTO NORMATIVE
• Facile e precisa comunicazione dei volumi agli entri di controllo
• Predisporsi già per la redazione di bilanci idrici certificati

 

 

 



TELECONTROLLO: IMPIANTI E PUNTI CONTROLLATI


 

  STAZIONI DI SOLLEVAMENTO / POZZI:
• Misurazioni di livello, portata, pressione
• Controllo di funzionamento delle pompe
• Comando e automatismo di pompaggio
• Controllo dei tempi di funzionamento
• Controllo scollegamenti, guasti...
• Misurazioni delle portate (in entrata, pompe…)


  SERBATOI / VASCHE:
• Misurazioni di livello, pressione…
• Allarme traboccamento
• Conteggio volume distribuito
• Intrusione, controllo dell'accesso…


  STAZIONI DI TRATTAMENTO:
• Misurazioni di livello, portate, pressioni…
• Misurazione di qualità (ph, torbidità…)
• Comando delle pompe, delle valvole…
• Controllo di processo, automatismo
• Monitoraggio dei tempi di funzionamento 
• Conteggio del volume dell'acqua trattata…
• Gestione di stazioni di filtrazione
• Gestione di stazione di fert-irrigazione

  COLLETTORI:
• Misurazioni della velocità e dell'altezza
• Calcolo della portata


  STAZIONI DI DEPURAZIONE:
• Misurazione delle portate in entrata e in uscita
• Controllo del processo di trattamento
• Controllo del funzionamento di pompe, 
valvole, aeratori, sgrigliatori…
• Controllo dei tempi di funzionamento
• Misurazioni di parametri, di energia…
• Controllo di scollegamenti, guasti…


  QUALITÀ DELL’ACQUA:
• ph
• conducibilità
• cloro residuo
• temperatura
• torpidità

  CANALI:
• Controllo del livello
• Comando delle paratoie
• Misura della portata